Sembra incredibile ma se volete viaggiare sicuri in Giappone non dovete dimenticare di portare con voi una cospicua somma di denaro in contante.

Nel paese delle nuove tecnologie, dei prodotti elettronici infatti, dal 2013 non accetta più le carte del circuito Maestro per prelevare denaro agli sportelli automatici. Il pagamento tramite carta di credito è sempre garantito, ma prima di partire è sempre meglio chiedere alla propria banca la situazione dell’istituto e la validità della vostra carta in Giappone proprio per evitare spiacevoli sorprese.

Viaggiare sicuri in Giappone: quali documenti

Se viaggiate in Giappone per motivi di turismo e per un periodo inferiore a tre mesi, non avrete bisogno di un visto ma solo del passaporto in corso di validità e del biglietto aereo di ritorno. Verificate sempre tramite l’ambasciata giapponese a Roma (o il consolato a Milano) la validità residua richiesta del passaporto.

Si consiglia sempre di portare una fotocopia del documento al fine di evitare file e attese in caso di smarrimento. E inoltre si consiglia un’assicurazione bagaglio per tutelarsi da questo tipo di inconveniente.

Se si viaggia per motivi di lavoro, è necessario munirsi del visto richiesto perché la violazione delle leggi, che regolano la materia in Giappone, sono piuttosto severe e vanno da sanzioni pecuniarie anche molto elevate all’espulsione con divieto di reingresso, fino all’arresto.

Ricordate inoltre che i controlli alla frontiera sono molto severi: spesso negli aeroporti le autorità potrebbero chiedervi dettagli precisi circa le destinazioni (tutte) del vostro viaggio in Giappone. Si sono inoltre verificate richieste di esibire il contante sufficiente a coprire i costi della permanenza, proprio perché la presenza della sola carta di credito non costituisce garanzia.

Si consiglia quindi di verificare con scrupolo la validità dei documenti e il possesso di tutti quelli necessari all’entrata nel paese perché nel caso in cui vi fosse negato l’accesso, dovrete pagare le spese sostenute dall’amministrazione giapponese per la verifica fatta, oltre al pagamento del biglietto di ritorno con data anticipata.

Viaggiare in Giappone: quando e come

Il Giappone è considerato un paese a rischio sia per l’attività vulcanica che per l’attività sismica. Se volete un viaggio sicuro allora seguite sempre le indicazioni delle autorità locali e le informazioni date dal sito della Japan Meteorological Agency che pubblica con cura e spesso i bollettini meteo e le attività vulcaniche in atto.

Da tenere presente che da settembre a tutto novembre in Giappone si è in presenza della stagione dei tifoni. Se comunque si dovesse viaggiare nel paese in questo periodo non occorre far altro che seguire le misure di sicurezza dettate dalle autorità locali.

La sicurezza in Giappone

Per evitare qualsiasi tipo di sgradevole imprevisto è sempre consigliabile stipulare una buona polizza viaggio prima di partire per il Giappone.

Un’assicurazione di viaggio infatti vi può mettere al riparo in caso di annullamento del viaggio stesso, di smarrimento bagagli, ma anche permettervi la migliore assistenza sanitaria in caso di necessità.

Le strutture sanitarie

In Giappone l’assistenza sanitaria è molto buona ma spesso è difficile trovare personale in grado di parlare almeno l’inglese. Dal momento che i costi per l’assistenza medica sono piuttosto elevati (anche le prestazioni di pronto soccorso sono a pagamento), viene vivamente consigliato di stipulare una buona assicurazione di viaggio sanitaria prima di partire che preveda la copertura delle spese mediche e il rimpatrio in caso di necessità.

Casi di scippo

Nonostante il Giappone sia un paese sicuro, si possono infatti prendere i mezzi pubblici anche di notte, è sempre meglio usare le misure precauzionali basilari che si prenderebbero anche nelle nostre città. Evitate quindi di bere troppe bevande alcoliche perché si è registrato un aumento di scippi soprattutto nell’area metropolitana di Tokyo. Siccome poi in Giappone non viene riconosciuta ed accettata alcuna assicurazione estera per quanto riguarda le Auto, informatevi bene presso il vostro tour operator circa una copertura assicurativa in caso di affitto auto.

Il Giappone in pillole

La moneta è lo yen. Il volo diretto dall’Italia dura circa 12 ore, il Giappone è sette ore avanti rispetto a noi quando c’è l’ora legale e 8 quando da noi vige l’ora solare.

Non è necessario fare vaccini per entrare in Giappone e il periodo migliore per visitarlo va da marzo a maggio e da settembre a novembre. Alla fine di marzo, in particolare è possibile visitare i ciliegi in fiore.

I numeri di emergenza da chiamare sono il 119 per Ambulanze e Vigili del Fuoco e il 110 per la Polizia.
 

Il Sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Continuando nella navigazione si accetta l'utilizzo di questi cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi